Messa a dimora

Messa a dimora

la messa a dimora comprende inizialmente la preparazione accurata del luogo dove andrà collocata  la nostra pianta, essenziale per la sua crescita sana e vigorosa.

Fase uno è l’eliminazione delle erbe infestanti o manualmente o con agenti chimici e meccanici.

Fase due preparazione del terreno, consiste nella lavorazione più o meno profonda utilizzando un mezzo meccanico (motocoltivatore, trattore) e possibilmente durante il movimento del suolo, che verrà areato ,aggiungere delle sostanze organiche ben mature (stallatici) che ne miglioreranno la struttura e la fertilità.

Consiglio migliore è quello di lavorare il terreno la stagione prima della piantagione.

Le varietà delle piante ormai quasi tutte coltivate e allevate in contenitore facilitano e consentono la messa a dimora in tutti i periodi dell’ anno sempre però tenendo conto di piccoli dettagli: le erbacee perenni conviene piantarle in autunno quando il terreno ancora caldo facilità l’affrancamento, le piante a radice nuda o cavate con il pane di terra (zolla) conviene aspettare la fine del gelo in modo che l’apparato radicale non subisca danni e bruciature, gli arbusti rustici e tutte le piante rustiche coltivate in contenitore posso essere piantate in tutte le stagioni compreso l’estate garantendo loro una irrigazione costante da non fargli sentire l’aridità, gli arbusti da climi temperati conviene piantarli o travasarli in primavera , tenendoli ben innaffiati, per ambientarli il primo anno e poterli proteggere con i dovuti sistemi dall’inverno successivo.

Articoli correlati
  • innaffiatura

    Innaffiatura

  • Messa a dimora

  • colori del giardino

    I colori del giardino

  • Rusticità

  • Giardino mediterraneo

    Società agricola Barrocci Davide e Damiano s.s.
    via nuova comunale, 78 - 51030 – Momigno, Marliana (PT)